Comunità Viva

8 aprile 2011 – PRIMA CENA DELLA CENA POVERA

«Tu sai cos’è la “Cena Povera” dell’ 8 Aprile?»
«Boh! Forse la Caritas ha organizzato una cena per i poveri. Sarebbe anche una bella iniziativa».
«Sì … sì… ci saranno i soliti extra-comunitari».
«Chissà se servirà una mano?»
L’invito comparso sul Foglietto parrocchiale della IV settimana di Marzo aveva creato un po’ di sconcerto nella comunità: già si sapeva della distribuzione di vettovaglie effettuata dalla Caritas e degli aiuti prodigati ai vari bisognosi che bussano alle porte della Parrocchia, quindi non si capiva il significato di quella “Cena Povera”. Qualche volonteroso (i bravi parrocchiani da noi non mancano) pensava già di offrirsi per cucinare o per servire a tavola, altri per fare le pulizie…
La settimana successiva don Giorgio ha chiarito ogni dubbio. L’invito era rivolto a tutta la Comunità non per servire ma per essere serviti in una “Cena Povera”, ovvero quello che mangiano i poveri del mondo.
La prenotazione: obbligatoria; il “menù”: a sorpresa; il costo: un’offerta pari al valore della propria cena casalinga.
La sera dell’8 Aprile non ci fu solo la sorpresa del menù. Un’altra sorpresa è stata la partecipazione: più di 120 persone si sono prima unite in una semplice e sincera preghiera per i poveri e poi nella gioia hanno condiviso il “lauto” pasto: un mestolo di riso bollito e due cucchiai di fagioli, il tutto rigorosamente scondito ma annaffiato da ottima acqua. Si è poi saputo che quella consumata era la cena tipica dei poveri dell’Asia.
La più bella sorpresa è stata la generosità dei partecipanti: si sono raccolti più di 1.600,00 Euro. La somma è stata utilizzata per alleviare le ristrettezze  di alcune famiglie della nostra parrocchia e … sono già finiti!
Urge quindi organizzare un’altra Cena “povera dove potremo “gustare” il menù dei poveri Africani, miglio bollito e acqua; o di quelli Sudamericani, una tazza di brodo con  patate bollite e acqua; o di quelli dell’Est Europa, una scodella di minestrone o un po’ di pollo bollito e acqua; o, infine, di quelli dell’Oceania, una scodella di macedonia e acqua.
E saremo sicuramente molti di più!



CERCA NEL SITO
CORETTO IN CONCERTO
LAUDATO SI’
ASCOLTA L’ENCICLICA
IL CARNEVALE
FILMATI PHOTOGALLERY
AREA RISERVATA